SENTENZA N. 25041 UD. 11 GENNAIO 2012 - DEPOSITO DEL 22 GIUGNO 2012
Stampa Chiudi

CASELLARIO GIUDIZIALE - DECRETO PENALE DI CONDANNA - BENEFICI PREVISTI DALL'ART. 460, COMMA 5, COD. PROC. PEN. - CANCELLAZIONE DELL'ISCRIZIONE NEL CASELLARIO GIUDIZIALE ESCLUSIONE
La Prima sezione penale, in tema di decreto penale di condanna, ha affermato il principio per cui tra i benefici previsti dall’art. 460, comma 5, cod. proc. pen. non rientra, quale effetto dell’estinzione del reato, anche la cancellazione dell’iscrizione nel casellario giudiziale, non essendo quest’ultima tassativamente elencata dall’art. 5 del d.P.R. n., 313 del 2002, lett. g) ed h), che si pone quale unica norma applicabile a seguito dell’abrogazione dell’art. 687 cod. proc. pen. per effetto dell’art. 52 del citato D.P.R.. La Corte, prima di tale pronuncia, aveva già affermato che l'estinzione del reato conseguente al decorso dei termini e delle condizioni previste dall'art. 445 cod. proc. pen. in caso di sentenza di patteggiamento non comporta anche l'eliminazione dell'iscrizione della sentenza nel casellario giudiziale, non essendo ipotizzabile un’applicazione analogica della citata disposizione del 2002.
 
Testo Completo:

Sentenza n. 25041 dell'11 gennaio 2012 - depositata il 22 giugno 2012

(Sezione Prima Penale, Presidente U. Giordano, Relatore L. La Posta)



Documenti:


Apri: Apri   Formato: pdf