Menu di sezione

Area Civile

Le Sezioni civili sono sei, di cui le prime tre istituite nel 1923. L'art. 19 della legge 11 agosto 1973, n. 533, ha aggiunto una quarta Sezione, la Sezione lavoro. Con decreto del 19 giugno 1999, n. 61, è stata istituita la Sezione tributaria, o quinta Sezione civile, a seguito dell'introduzione del ricorso per cassazione contro le decisioni rese dalle Commissioni tributarie regionali. La sesta Sezione civile, detta anche sezione "filtro", è stata introdotta con la legge 18 giugno 2009, n. 69.
Le Sezioni semplici sono affiancate dalle Sezioni unite civili, quali composizioni collegiali giudicanti di vertice con il compito di dirimere i contrasti insorti in seno alle Sezioni semplici e di risolvere questioni di massima di particolare importanza.
Inoltre, è affidata la risoluzione delle questioni riguardanti i regolamenti ed i conflitti di giurisdizione, nonchè la decisione sui ricorsi avverso i provvedimenti relativi all'irrogazione di sanzioni disciplinari a carico dei magistrati da parte del Consiglio Superiore della Magistratura e a carico degli avvocati da parte del Consiglio Nazionale Forense.
Le Sezioni unite civili decidono anche sui ricorsi avverso le sentenze del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche.
Il numero dei componenti dei collegi giudicanti è di cinque magistrati per le Sezioni semplici e di nove per le Sezioni unite.

 

AVVERTENZA :

Si rammenta che presso la Corte di Cassazione non è ammesso il deposito telematico degli atti del processo (ricorso, controricorso, ricorso incidentale, memorie ex art. 378 c.p.c., memorie di costituzione di difensore, atti di “costituzione” a fini defensionali, atti depositati ex art. 372 c.p.c.).


All’indirizzo PEC della Sezione Civile competente (Sezione dove è ubicato il ricorso che risulta dalla ricerca nell’Area Avvocati), si possono trasmettere istanze di sollecita fissazione di ricorsi, di riunione, di differimento della trattazione.