Tutte le sentenze, ordinanze e questioni

Esplora tutte le ultime sentenze e ordinanze, le questioni , le relazioni, i ricorsi e le rassegne della Corte di Cassazione.

Il vertice italiano della giurisdizione ordinaria.
Penale
Sesta sezione

Sentenza n. 16659 ud. 07/03/2024 - deposito del 19/04/2024

Abuso d’ufficio – Modifica, ex art. 50 d.lgs. n. 36 del 2023, del limite-soglia oltre il quale è prescritto il previo avvio della procedura ad evidenza pubblica per la stipula di contratto di appalto di servizi – Efficacia retroattiva – Ragioni – Conseguenze.

Civile
Rassegna

Rassegna n. 2 del 19/04/2024

Rassegna mensile della giurisprudenza civile della Corte di cassazione - Provvedimenti pubblicati nel mese di Febbraio 2024

Penale
Prima sezione

Sentenza n. 16327 ud. 18/01/2024 - deposito del 18/04/2024

Sindacato, da parte del magistrato di sorveglianza, sulla sospensione del titolo esecutivo deliberata dal pubblico ministero – Legittimità – Sussistenza.

Penale
Sezioni Unite

Questione Penale Decisa n. 3942 ud. 30/11/2023 - deposito del 30/11/2023

Se, in tema di applicazione della pena su richiesta delle parti, la parte civile sia legittimata a costituirsi in udienza preliminare nell'ipotesi in cui l'accordo si sia perfezionato prima della stessa, e, in caso affermativo, se il giudice che delibera la sentenza ex art. 444 cod. proc. pen. debba liquidare le spese di costituzione a suo favore.

Penale
Sezioni Unite

Sentenza n. 16403 ud. 30/11/2023 - deposito del 19/04/2024

Avvenuto deposito in cancelleria della richiesta di applicazione della pena dell’imputato munita del consenso del pubblico ministero – Costituzione di parte civile del danneggiato in udienza preliminare – Possibilità – Sussistenza – Obbligo del giudice di provvedere sulla regolamentazione delle spese di costituzione – Sussistenza.

Penale
Sezioni Unite

Sentenza n. 16153 ud. 18/01/2024 - deposito del 17/04/2024

Risposta alla “chiamata del presente” e “saluto romano” – Delitto di cui all’art. 5 l. n. 645 del 1952 – Configurabilità – Condizioni – Sussistenza del concreto pericolo di riorganizzazione del disciolto partito fascista – Delitto di cui all’art. 2, comma 1, d.l. n. 122 del 1993, convertito in l. n. 205 del 1993 – Configurabilità – Condizioni – Condotta espressiva di manifestazione propria o usuale delle organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi di cui all’art. 604-bis, secondo comma, cod. pen.

Civile
Prima sezione

Ordinanza n. 10331 del 17/04/2024

Protezione internazionale - Unità Dublino - Trasferimento del richiedente in altro Stato per “ripresa in carico” - Obblighi informativi a carico dell’autorità competente - Contenuto - Artt. 4 e 5 del Reg. UE n. 604 del 2013 come interpretati dalla sent. Corte di giustizia UE n. 228 del 2023 - Fungibilità con gli obblighi previsti dall’art. 10 del d.lgs. n. 25 del 2008 - Esclusione - Mancato adempimento - Conseguenze.

Penale
Sezioni Unite

Questione Penale Decisa n. 15760 ud. 18/04/2024 - deposito del 18/04/2024

Se la disciplina del regime di utilizzabilità dei risultati delle intercettazioni in procedimenti diversi, di cui all'art. 270, comma 1, cod. proc. pen. - nel testo introdotto dall'art. 2 d.l. 30 dicembre 2019, n. 161, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2020, n. 7 e anteriore al d.l. 10 agosto 2023, n. 105, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 ottobre 2023, n. 137 - operi nel caso in cui il procedimento nel quale sono state compiute le intercettazioni e il procedimento diverso siano stati iscritti successivamente al 31 agosto 2020 ovvero nel caso in cui solo quest'ultimo sia stato iscritto dopo tale data. 

Penale
Sezioni Unite

Questione Penale Decisa n. 16103 ud. 18/01/2024 - deposito del 18/01/2024

Se la condotta tenuta nel corso di una pubblica manifestazione consistente nella risposta alla "chiamata del presente" e nel c.d. "saluto romano", rituale evocativo della gestualità propria del disciolto partito fascista, sia sussumibile nella fattispecie incriminatrice di cui all'art. 2 del decreto-legge 26 aprile 1983, convertito, con modificazioni, nella legge 25 giugno 1993, n. 205 ovvero in quella prevista dall'art. 5 della legge 20 giugno 1952, n. 645. 

Se i due reati possano concorrere oppure le relative norme incriminatrici siano in rapporto di concorso apparente. 

Penale
Rassegna

Rassegna n. 2 del 15/04/2024

Rassegna mensile della Giurisprudenza Penale della Corte di cassazione – Provvedimenti pubblicati nel mese di Febbraio 2024

Penale
Sezioni Unite

Sentenza n. 15069 ud. 26/10/2023 - deposito del 11/04/2024

Personali – Ordinanza applicativa di misura custodiale emessa nei confronti di imputato o indagato alloglotta – Sussistenza agli atti di elementi da cui inferire la mancata conoscenza della lingua italiana – Omessa traduzione in una lingua nota all’imputato o indagato – Nullità dell’ordinanza – Insussistenza agli atti di elementi da cui inferire la mancata conoscenza della lingua italiana – Validità dell’ordinanza non tradotta in una lingua nota fino al momento in cui emerga tale mancata conoscenza – Insorgenza, in tale momento, dell’obbligo di traduzione dell’ordinanza in un congruo termine – Omessa traduzione – Conseguenze.

Penale
Sezioni Unite

Questione Penale Decisa n. 5280 ud. 30/11/2023 - deposito del 30/11/2023

Se, nel giudizio sull'appello ex art. 310 cod. proc. pen. proposto avverso provvedimenti in materia di misure cautelari personali, l'oggetto della cognizione sia delimitato dagli elementi sui quali era fondata la richiesta formulata ai sensi dell'art. 299 cod. proc. pen. e decisa con il provvedimento appellato. 

Penale
Sezioni Unite

Questione Penale Decisa n. 6727 ud. 26/10/2023 - deposito del 26/10/2023

Se la mancata traduzione, entro un termine congruo, in lingua nota all'imputato che non conosca la lingua italiana, dell'ordinanza che dispone una misura cautelare personale determini la nullità di detto provvedimento ovvero la perdita di efficacia della misura oppure comporti solo il differimento del termine per proporre impugnazione.